Tu sei qui: Home Ufficio Stampa Ultime notizie Anno 2021 Marzo Operazione Internazionale “Ludus” - Commercializzazione di giocattoli contraffatti e/o insicuri

 

Operazione Internazionale “Ludus” - Commercializzazione di giocattoli contraffatti e/o insicuri

Roma, 8 marzo 2021
Operazione Internazionale “Ludus” - Commercializzazione di giocattoli contraffatti e/o insicuri

Militari del Corpo mostrano la merce sequestrata

Comando Generale

Nell’ambito delle iniziative di cooperazione internazionale nel settore della tutela del mercato dei beni e servizi, il Corpo, unitamente alle Polizie e alle Autorità doganali di diversi Paesi, ha partecipato all'operazione internazionale “LUDUS”, diretta al contrasto della commercializzazione di giocattoli contraffatti e/o insicuri, organizzata dall’EUROPOL con il supporto dell’Ufficio Europeo per la Lotta Antifrode (OLAF) e dell’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO).

L’iniziativa, condotta in 24 Stati, principalmente in area europea, tra il 19 ottobre 2020 e il 31 gennaio 2021, ha permesso di sequestrare, nel corso di oltre 4.700 interventi, circa 5 milioni di giocattoli per un valore complessivo superiore a 16 milioni di euro, di aprire 125 procedimenti giudiziari e di arrestare 11 persone.

In alcuni casi, le indagini hanno consentito di ricostruire l’intera filiera, permettendo l’individuazione e la denuncia dei soggetti produttori e distributori di giocattoli pericolosi per la salute dei bambini, nonché di disarticolare le reti criminali di supporto.

Automobili, giochi da tavolo e bambole raffiguranti i personaggi dei più popolari show televisivi per i più piccoli sono tra i prodotti maggiormente sequestrati.

I giocattoli, non rispettando gli standard di sicurezza previsti dalla normativa nazionale ed europea e non recando sulle confezioni le informazioni minime per il consumatore, erano in grado di trarre in inganno sui reali pericoli derivanti dal loro utilizzo.

Tra questi, il rischio di soffocamento, la presenza di sostanze tossiche e il superamento dei limiti di decibel consentito che avrebbe potuto arrecare seri danni all’udito dei bambini.

La Guardia di Finanza ha contribuito in maniera determinante alla riuscita dell’operazione internazionale. I Reparti territoriali, infatti, nel corso di diversi interventi, hanno sottoposto a sequestro complessivamente oltre 2 milioni di giocattoli insicuri e/o contraffatti, per un valore di circa 6 milioni di euro.

L’attività svolta nello specifico comparto testimonia il costante impegno del Corpo a salvaguardia dell’economia legale e della salute dei cittadini, a partire dai minori.

archiviato sotto: , ,