leadImage_mini.jpg

Il Consiglio di Amministrazione del Fondo di Assistenza per i Finanzieri è composto:

a. dal Presidente;
b. dal Vicepresidente;
c. da due membri effettivi scelti fra le categorie degli ispettori, sovrintendenti e appuntati e finanzieri  tutti in servizio
permanente della Guardia di Finanza;
d. da tre membri supplenti dei quali:

  1. uno, di grado non inferiore  a maggiore, per la carica di cui alla lettera b.;
  2. due tratti dalle categorie di personale di cui alla lettera c..

I membri del Consiglio di amministrazione sono nominati con determinazione del Comandante Generale della Guardia di Finanza, sentito il COCER (ad eccezione del Presidente).

Durano in carica tre anni e non sono rinominabili.

Composizione del Consiglio di Amministrazione

Gen.C.A. Michele CARBONE - Presidente - Comandante Aeronavale Centrale Guardia di Finanza.

Gen.B. Mariano LA MALFA - Vicepresidente - Comando Generale della Guardia di Finanza.

Col.t.ST Luca Gennaro CIOFFI - Vicepresidente supplente - Nucleo P.E.F. Bari Guardia di Finanza.

Mar.Ca. Francesco LUPIA - Membro effettivo - Compagnia Padova Guardia di Finanza.

Lgt. Michele LOIODICE - Membro effettivo - Nucleo P.E.F Matera Guardia di Finanza.

Mar.A. Fabio CAPONE - Membro supplente - Comando Aeronavale Centrale Guardia di Finanza.

Mar.Ord. Tommaso CARLUCCI - Membro supplente - Nucleo P.E.F. Venezia Guardia di Finanza.

Il Consiglio di Amministrazione è convocato dal Presidente in via ordinaria una volta al mese e in via straordinaria, quando occorra, su invito del Presidente ovvero su richiesta di almeno due dei suoi componenti.A norma dell'art. 13 dello Statuto, il Consiglio di Amministrazione:

  • approva il bilancio di previsione e relative variazioni ed il rendiconto generale annuale;
  • delibera le erogazioni previste dallo statuto;
  • formula le proposte di modificazione dello statuto;
  • delibera l'investimento dei mezzi finanziari eccedenti le occorrenze della gestione annuale o provenienti dal rimborso dei titolo di proprietà, vendita di beni fruttiferi, lasciti da investire;
  • può nominare un consigliere delegato, scelto fra i membri del Consiglio di amministrazione, al quale sono conferiti poteri di firma degli atti di ordinaria amministrazione;
  • può nominare, qualora si renda necessario l'approfondimento di complesse tematiche d'interesse del Fondo, comitati tecnici, con funzioni consultive;
  • esercita tutte le funzioni di ordinaria e straordinaria amministrazione;
  • su proposta del Presidente, nomina il Segretario e un ufficiale o un ispettore preposto alla Cassa.

Il Comandante Generale della Guardia di Finanza può assistere alle sedute del Consiglio.

Questa pagina ti è stata utile?