Salta al contenuto

Zara, 8 maggio 2024 – Si è alzato il sipario sui Campionati Europei 2024 a Zara e l’Italia si è fatta subito valere andando a conquistare 4 finali, 3 delle quali valide per il titolo! Un’Italia giovane e forte, guidata dal D.T Luca Valdesi e dal Presidente del settore Karate Davide Benetello.

Matteo Avanzini, nel kumite, ha conquistato una splendida finale per l’oro, e per arrivarci, ha dovuto battere il campione del Mondoin carica della categoria +84kg, il francese Mehdi Filali, incontrato ai quarti di finale e superato 2-1. 

In semifinale ha poi battuto lo sloveno Stefan Joksimovic 4-2 qualificandosi per la sua prima finalissima continentale senior contro il croato Andjelo Kvesic. Un avversario forte, campione europeo nel 2022, supportato dal tifo di casa.

Giovedì è il giorno delle squadre. 

Un solo incontro. Chi vince continua la gara il venerdì. 

Nella formazione titolare subito protagonista il nostro Matteo Fiore.

Incontro vinto agevolmente e turno superato.

Il venerdì si riprende con la gara a squadre: Italia – Ucraina, campione d’Europa in carica.

Schierati Avanzini, n. 1 della formazione e Fiore n. 3

I nostri alfieri disputano 2 incontri fenomenali e l’Italia passa il turno per 3 a 1.

Avanzini batte Horuna, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Tokyo, Fiore impartisce lezioni di Karate al suo avversario vincendo per 8 a 0.

Preludio di una giornata che risulterà memorabile.

Contro la Macedonia ancora Avanzini per primo e Fiore per terzo. Le vittorie dei 2 giallo-verdi regalano all’Italia il passaggio del turno in semifinale contro la fortissima Turchia.

Avanzini apre le danze , Fiore schierato nuovamente N.3.

Ancora una volta le vittorie dei nostri “Matteo” risultano fondamentali. 

L’Italia vince 3 a 2 e conquista la Finale.

Sabato è  dedicato alle finali individuali:

Matteo Avanzini, come detto, dovrà vedersela con l’idolo di casa già campione Europeo.

Si comincia e l’incontro si preannuncia subito spettacolare: una serie di scambi di tecniche senza tregua che portano Matteo in vantaggio fino agli ultimo 20 secondi dell’incontro,  quando l’atleta croato trova il colpo della domenica con una proiezione che gli regala 3 punti e la medaglia d’oro. 

Domenica 12 maggio, ultimo giorno di gare.

Nella formazione titolare Avanzini N.2 e Fiore N.3.

Dopo aver perso il primo incontro, i nostri 2 alfieri ribaltano la situazione e l’Italia è campione d’Europa dopo 30 anni dall’ultimo (e unico) titolo conquistato.

Ultimo aggiornamento

13-05-2024 09:05

Questa pagina ti è stata utile?