Stemma Guardia di Finanza

Cerca

La spesa previdenziale comprende l’ammontare di risorse destinate all’erogazione di prestazioni in denaro a copertura dei rischi di invalidità, vecchiaia, superstiti, disoccupazione, infortuni (professionali), malattia e tutela della maternità.

L’attenzione operativa del Corpo nello specifico comparto è rivolta in particolare alla repressione delle condotte di indebita richiesta e/o percezione, truffa e truffa aggravata aventi ad oggetto risorse finanziarie messe a disposizione degli Enti previdenziali, tra cui, in particolare, le contribuzioni elargite nella forma di:

  • pensioni, assegni sociali, prestazioni a sostegno del reddito e riservate a persone in condizioni di invalidità;
  • indennità di disoccupazione in favore di manodopera bracciantile fittiziamente inquadrata in aziende agricole non realmente operanti o operanti solo in parte oppure corrisposte a soggetti in condizione di disoccupazione formale ma di fatto impiegati anche all’estero.

Sulla base di un protocollo d’intesa rinnovato in data 18 gennaio 2023, la Guardia di finanza e l’I.N.P.S. hanno sviluppato una collaborazione operativa al fine di potenziare le azioni di prevenzione, ricerca e repressione delle violazioni economico-finanziarie nel comparto della previdenza e dell’assistenza, anche attraverso un più serrato scambio informativo.

Questa pagina ti è stata utile?