Stemma Guardia di Finanza

Cerca

Con la recente riforma legislativa dettata dall’art. 1, comma 384 della L. n. 197/2022 (Legge di Bilancio 2023), che ha modificato la disciplina contenuta nel D.Lgs. n. 231/2007, art. 49 relativa alle soglie legali di trasferimento di denaro contante tra soggetti diversi dagli intermediari abilitati, ai sensi del combinato degli artt. 1 e 3-bis del citato Decreto Legislativo, dal 1 gennaio 2023 è vietato il trasferimento di denaro contante e di titoli al portatore in euro o in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, siano esse persone fisiche o giuridiche, quando il valore oggetto di trasferimento è complessivamente pari o superiore a euro 5.000,00.


Sono previste specifiche sanzioni pecuniarie, da 3.000 euro a 50.000 euro, per la violazione del citato art. 49, disciplinate dall’art. 63 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231.

Questa pagina ti è stata utile?