Salta al contenuto

Firmato tra il Comandante Regionale, Generale di Divisione Giancarlo Trotta, e il Presidente Regionale del Soccorso Alpino e Speleologico Campania, Girolamo Galasso, presso la Caserma "S.Ten. Ugo Finizio", sede della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Napoli, situata presso l'aeroporto militare "V. Niutta" di Capodichino, un Protocollo d'Intesa volto a rafforzare la cooperazione negli interventi di soccorso. In tali contesti il Corpo opera attraverso la struttura operativa denominata SAGF (Soccorso Alpino Guardia di Finanza) che, in Campania, ha sede nel comune di Sant'Angelo dei Lombardi (AV), in Via Fiamme Gialle n.10.

Il Protocollo, che fa seguito a quello siglato a livello nazionale tra il Comando Generale e il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), mira ad ottimizzare il coordinamento e la direzione degli interventi di emergenza in ambienti di media e alta montagna, ostili e aspri nonché in ambienti antropizzati e contesti non antropizzati, al fine di perseguire la massima efficienza, tempestività e sicurezza nelle attività operative.

Questa collaborazione mira anche a tutelare la sicurezza degli operatori di soccorso e delle unità di supporto, attraverso la condivisione di linee operative e direttive riguardanti nomenclature e codici, sistemi di comunicazione, procedure di autosoccorso, segnali di emergenza, dispositivi di protezione comuni e sistemi individuali.

Le parti attivano reciprocamente il proprio personale specializzato, ivi compresi i Nuclei Cinofili di Ricerca e Soccorso (UCS), per l'espletamento delle relative attività:

  • a missioni di soccorso medico e non, comprese le situazioni a rischio di evoluzione sanitaria, anche a supporto delle attività di elisoccorso nel medesimo settore, al fine di prestare assistenza a feriti o persone in imminente pericolo di vita e recupero salme in zone non accessibili con mezzi di soccorso ordinari "118";
  • alle operazioni di elisoccorso con configurazione Search and Rescue (SAR) a supporto delle Stazioni Territoriali del CNSAS con l'ausilio dei velivoli del Corpo e dell'UCS del settore SAGF, specializzato nella ricerca valanghe;
  • alle operazioni di ricerca e salvataggio di persone scomparse in ambienti montani e accidentati, attraverso la formazione di squadre miste di ricerca.

Inoltre, all'interno dei predetti contesti, il personale SAGF, grazie alle qualifiche di Ufficiali e/o Agenti di Polizia Giudiziaria possedute in aggiunta alle specializzazioni possedute, può operare a supporto del CNSAS come “Polizia di Montagna”, per gestire qualsiasi intervento che presenta potenziali profili di illeciti penali/amministrativi.

Questa sinergia contribuirà ad accrescerle e svilupparle, adattandole all'evoluzione degli scenari di soccorso, attività di ricerca, studio e formazione, garantendo elevati standard di professionalità nonché la sicurezza degli operatori di soccorso e delle unità di supporto.

Ultimo aggiornamento

14-08-2023 12:08

Reparti correlati

Questa pagina ti è stata utile?