Salta al contenuto

Le fiamme gialle della Stazione Navale di Pescara continuano a garantire senza sosta l’attività di polizia economico-finanziaria e di contrasto ai traffici illeciti, nonché, l’ordine e la sicurezza in mare nelle acque marine prospicienti tutta la costa abruzzese. Durante un servizio di vigilanza marittima, l’equipaggio di una vedetta del Reparto intercettava un motopeschereccio intento nell’esercizio della pesca professionale in una zona interdetta a ridosso della Piattaforma Torre Fattoria, ubicata a poche miglia di distanza tra Pescara e Francavilla al Mare (CH).

I militari intervenuti prontamente, interrompevano l’attività illecita posta in essere, sanzionando il comandante del motopeschereccio così come previsto dalla normativa vigente con una sanzione fino a € 6.000, e sottoponevano a sequestro l’attrezzatura utilizzata per la pesca nonché tutto il prodotto ittico presente a bordo. Gli oltre venti chili di pescato, ritenuto idoneo al consumo umano dall’Autorità Sanitaria, sono stati donati alla Fondazione Caritas Onlus di Pescara.

Si evidenzia l’importanza del servizio svolto dai militari a tutela della sicurezza della navigazione e dell’incolumità dei marittimi, in quanto l’esercizio della pesca effettuata nei pressi delle piattaforme, così come disposto dall’Ordinanza della Capitaneria di Porto di Ortona, costituisce un serio pericolo data la presenza nella zona interdetta, di gavitelli, cime e catene di ancoraggio.

Allegati

Ultimo aggiornamento

10-11-2022 12:11

Reparti correlati

Contenuti correlati

Questa pagina ti è stata utile?