Salta al contenuto

Nelle giornate del 18 e 19 maggio uu.ss., nell’ambito dei protocolli d’intesa tra Guardia di Finanza, Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico e Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, ha avuto luogo un’esercitazione di ricerca e soccorso in ambiente impervio che ha coinvolto i militari della Sezione Aerea di Bari, coadiuvati da alcuni Istruttori del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, il Servizio Regionale Puglia del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.) e la componente Regionale dell’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze (A.N.P.A.S.).

L’evento addestrativo ha avuto l’intento di consolidare le procedure e cementare il coordinamento tra il personale coinvolto nelle operazioni di ricerca e soccorso di persone in difficoltà o disperse in territori impervi tra gli equipaggi di volo delle Fiamme Gialle e le squadre medicalizzate delle agenzie cooperanti.

La presenza degli istruttori del Soccorso Alpino Guardia di Finanza (S.A.G.F.), in particolare, ha contribuito ad elevare il livello dell’esercitazione. Questi, infatti, hanno garantito il consolidamento del bagaglio esperienziale standardizzato che consentirà in futuro, anche agli operatori del C.N.S.A.S., in condizioni di emergenza, di operare con gli equipaggi di volo della Sezione Aerea di Bari allo scopo di salvaguardare la vita umana.

La sinergia realizzata, che si inserisce in un rapporto ormai pluriennale tra i vari attori intervenuti, ha consentito di mettere a sistema le risorse specialistiche nella ricerca di persone in ambiente impervio, come dimostrato in alcuni recenti interventi.

L’addestramento del personale è stato curato nei minimi particolari, grazie alla presenza degli Istruttori S.A.G.F., che hanno formato gli operatori civili durante una simulazione realistica di soccorso con verricello.
L’elevato livello addestrativo raggiunto e i moderni equipaggiamenti di soccorso di cui è dotato l’elicottero in dotazione, fra cui il verricello di bordo, consentirà alla componente aerea del Corpo pugliese di partecipare alla salvaguardia della vita umana in occasione di calamità e disastri, a supporto del Dispositivo di Protezione Civile Nazionale.

Il positivo esito dell’esercitazione ha confermato la professionalità di tutti gli operatori coinvolti e la versatilità dei mezzi disponibili. In particolare, il proficuo e costante addestramento consente agli equipaggi del Servizio Aereo del Corpo di essere costantemente vicini a chi ha bisogno, per fornire il proprio aiuto nelle operazioni di soccorso e nelle situazioni critiche nelle quali è chiamata ad intervenire.

Allegati

Ultimo aggiornamento

22-05-2023 09:05

Reparti correlati

Questa pagina ti è stata utile?