Salta al contenuto

Sul tratto costiero di competenza del R.O.AN. di Bari, pari a 486 miglia (900 Km, con estensione marittima della circoscrizione di servizio aeronavale pari a 38.422 Km2), nell’ambito della missione istituzionale, sono stati eseguiti 4.565 controlli, di cui 3.339 con le unità navali nei compiti di polizia del mare, i cui riscontri operativi hanno portato ad accertare 1.005 violazioni di varia natura, con l’esecuzione di oltre 50 sequestri (tra cui materiale e attrezzatura da pesca, prodotto ittico, imbarcazioni).

Un impegno quindi “a tutto campo” a tutela di famiglie e imprese, destinato ad intensificarsi ulteriormente per garantire la corretta destinazione delle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, con particolare riferimento alle attività svolte in mare e sulle coste pugliesi.

Lotta all'evasione e alle frodi fiscali, Contrasto degli illeciti nei settori del sommerso da lavoro e tutela della spesa pubblica

Il Reparto Operativo Aeronavale di Bari ha svolto una intensa attività tesa al contrasto degli illeciti in materia di evasione fiscale, sommerso da lavoro, spesa pubblica nonché di tutte quelle condotte che, mettendo a rischio la legalità e la trasparenza che devono connotare l’azione della Pubblica amministrazione, pregiudicano la corretta allocazione delle risorse, favorendo sprechi, truffe e indebite percezioni.

È in tale contesto che si è sviluppata l’azione di controllo del R.O.AN., attuata prioritariamente in ambiente marittimo e rivolta a presidiare, al meglio, il comparto di specialità della sicurezza del mare, nel sequestro di 10 siti (per un’estensione pari a 70.000 mq) e nella denuncia di 16 soggetti responsabili.

Il costante presidio degli spazi marini di competenza permette di assicurare, in tale settore, una decisa azione di prevenzione e contrasto agli illeciti che vengono perpetrati, nello scenario marittimo pugliese, a danno dell’ecosistema marino.

In questo contesto gli equipaggi delle unità navali e dei Nuclei Sommozzatori del R.O.A.N. di Bari hanno permesso di sequestrare kg. 3.545 di novellame di pesce e kg. 5.488 di oloturie.

E’ stato infine attualizzato il contenuto del protocollo tra la Guardia di Finanza e la Regione Puglia, in relazione al quale viene svolto un capillare controllo del territorio e la geo-referenziazione dei siti potenzialmente inquinati da sottoporre a bonifica.

In ultimo, l’attività operativa svolta specificatamente nell’ambito della polizia demaniale, ha portato ad accertare complessivamente sanzioni per circa € 70.000,00 nel corso di oltre 200 interventi, verbalizzando 366 soggetti e operando sequestri per un valore di circa mezzo milione di euro.

Allegati

Ultimo aggiornamento

26-06-2023 12:06

Reparti correlati

Questa pagina ti è stata utile?