Tu sei qui: Home Chi siamo Organizzazione Specializzazioni Soccorso Alpino Le Stazioni S.A.G.F. Lombardia Sondrio Notizie La cascata "Durango" blocca tre alpinisti

Sondrio

Sondrio400x100

 

La cascata "Durango" blocca tre alpinisti

Val di Mello - Valmasino (SO), 22 febbraio 2015 - Difficile intervento di soccorso per trarre in salvo tre alpinisti bloccati su una cascata di ghiaccio
La cascata "Durango" blocca tre alpinisti

Luogo dell'intervento

E’ stato un soccorso svolto in condizioni eccezionalmente ostili quello che in data  22 febbraio 2015 in località Val di Mello (Comune di Valmasino) ha visto impegnate tre unità del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Sondrio unitamente ad appartenenti al  C.N.S.A.S. di Valmasino ed al S.A.F. dei Vigili del Fuoco di Sondrio.

A causa delle avverse condizioni nivo-meteorologiche dovute alle abbondanti precipitazioni nevose,  tre alpinisti del Varesotto, impegnati nell’ascesa alla cascata di ghiaccio denominata “Durango”, sono stati costretti ad un bivacco all’addiaccio all’uscita della via; i tre malcapitati, colti dall’oscurità, non riuscivano, di fatto, ad imboccare il sentiero di rientro e pertanto erano costretti a passare l’intera nottata a ridosso di un larice, sotto una placca rocciosa, a quota duemila metri.

L’attivazione al servizio 118 di Bergamo, veniva diramata da un’altra cordata di alpinisti che giunti alla base della parete, non vedendo rientrare i compagni, si portava presso la sede del C.N.S.A.S. di Valmasino e si metteva a disposizione dei soccorsi fornendo tutte le notizie utili.

Le squadre di soccorso si recavano immediatamente in Val di Mello dove, in piena notte, riuscivano a stabilire un contatto con i malcapitati le cui condizioni, visto anche le moderate temperature, apparivano fortunatamente buone; le operazioni proseguivano fino alle 02:00 ma venivano poi sospese per il susseguirsi di slavine dal pendio; le attività riprendevano quindi dalla prima mattinata, in condizioni di estrema difficoltà vista la scarsa visibilità, la presenza di nebbie ed il perdurare del pericolo di scariche di neve.

L’epilogo del soccorso lo si aveva intorno alle ore 15.00 quando, attraverso un continuo contatto dei soccorritori con gli alpinisti, venivano pilotate le calate fino al fondo valle, lungo un pendio ripido e scosceso ma sicuro da pericoli oggettivi. I tre malcapitati, giudicati illesi, venivano quindi riaccompagnati in buone condizioni fisiche alla volta dell’abitato di Valmasino.

archiviato sotto: ,
« giugno 2022 »
giugno
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930