Tu sei qui: Home Chi siamo Organizzazione Specializzazioni Soccorso Alpino Le Stazioni S.A.G.F. Lombardia Sondrio Notizie Incidente ad un istruttore Cai

Sondrio

Sondrio400x100

 

Incidente ad un istruttore Cai

Pizzo Bernina, comune di Lanzada (SO), 29-30 Giugno 2014 - Tragico epilogo per un noto alpinista della provincia di Sondrio
Incidente ad un istruttore Cai

Una fase dell'intervento

E’ stato un soccorso svolto in condizioni eccezionalmente ostili quello che in data  29 e 30 giugno, in località “Vedretta dello Scerscen”, nel gruppo montuoso del Pizzo Bernina, quota 2700 mt. s.l.m. (Comune di Lanzada - SO) ha visto impegnate unità del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza delle Stazioni S.A.G.F. di Sondrio, Bormio e Madesimo (SO) unitamente ad un equipaggio dell’elicottero NH500 della Sezione Varese (VA).

A causa delle pessime condizioni meteorologiche caratterizzate dal ribasso delle temperature e dalle abbondanti nevicate in atto alle quote superiori ai 1800 metri s.l.m.,  un esperto alpinista del capoluogo di Sondrio, impegnato in una escursione nel gruppo del Pizzo Bernina nell’alta Valmalenco, è deceduto per assideramento mentre cercava di attraversare il ghiacciaio di Fellaria per poi far rientro verso la località di Campo Moro.

L’alpinista, colto dalla nebbia e dalle abbondanti nevicate,  il giorno 28 giugno lanciava di fatto l’allarme comunicando di aver perso l’orientamento, dando inoltre indicazioni sommarie sulla sua posizione e sulle sue condizioni psico fisiche. Immediate ma vane erano tuttavia le ricerche che, condotte in un primo tempo dal locale Soccorso Alpino (CNSAS) davano esito negativo; l’epilogo lo si aveva solo nella giornata del 30 quando, con l’intervento congiunto del S.A.G.F. e del mezzo aereo del Guardia di Finanza, veniva rinvenuta il Corpo dell’anziano alpinista, su una vedretta denominata dello Scerscen a quota 2700 mt. s.l.m..

A causa dell’impervietà dei luoghi caratterizzati da terreno d’alta quota, dal maltempo in atto e da raffiche di vento, le operazioni, si protraevano con notevoli difficoltà fino al primo pomeriggio quando la salma, dopo gli accertamenti di polizia giudiziaria effettuati dai finanzieri, veniva riconsegnata nelle mani dei familiari.

L’intervento congiunto del S.A.G.F. e la cooperazione con la Sezione Aerea GdF di Varese, hanno permesso la risoluzione della ricerca che, vista l’infausta evoluzione meteorologica ha purtroppo determinato il recupero di una salma.

archiviato sotto: ,
« maggio 2022 »
maggio
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031