Tu sei qui: Home Chi siamo Organizzazione Specializzazioni Soccorso Alpino Le Stazioni S.A.G.F. Lombardia Sondrio Notizie Formazione a sostegno psicologico a beneficio dei militari del S.A.G.F.

Sondrio

Sondrio400x100

 

Formazione a sostegno psicologico a beneficio dei militari del S.A.G.F.

Sondrio (SO), 10-11 Dicembre 2014 – Lo stress da soccorso al centro del convegno a beneficio dei militari del S.A.G.F.

I militari delle stazioni S.A.G.F. di Madesimo, Sondrio e Bormio hanno preso parte all’intervento formativo promosso dalla Sezione Supporto del Comando Interregionale Italia Nord Occidentale di Milano, allo scopo di fornire agli stessi informazioni sulle problematiche psicologiche socialmente rilevanti e su alcuni aspetti peculiari delle mansioni affidate ai tecnici di soccorso alpino quale “il sostegno alle vittime” e “lo stress da soccorritore”.

L’intervento, strutturato in due moduli, ha toccato, in particolare, tematiche come le strategie di comunicazione del decesso con le conseguenti azioni di primo contenimento emotivo ed il processo di elaborazione del lutto, con cui i tecnici S.A.G.F. devono confrontarsi quando, a seguito del recupero di una salma, hanno il difficile compito di comunicare ai familiari della vittima l’accaduto.

Le operazioni di intervento in situazioni di emergenza non devono essere lasciate al caso anche dal punto d vista psicologico. Saper essere di supporto alle vittime di una tragedia infatti è fondamentale così come essere in grado di portare il primo soccorso sanitario di base.

Inoltre è stata trattata la tematica specifica dello stress del soccorritore, quale reale rischio psicologico. Il continuo e diretto contatto, in circostanze critiche, con la sofferenza e la vulnerabilità umana mettono infatti a dura prova l’equilibrio psico-fisico di un soccorritore.

Sono state illustrate le strategie e le tecniche del fronteggiamento dello stress come il “Defusing” e il più strutturato “Debriefing”, quali tecniche di pronto soccorso emotivo, e di specifiche metodologie di prevenzione, nell’ottica di fornire ai tecnici S.A.G.F. gli elementi per poter essere in grado non di eliminare lo stress derivante dalla loro attività quotidiana, bensì di prevenirlo e gestirlo in maniera ottimale.

È necessario prefigurare sempre più una nuova immagine dell’operatore del soccorso, caratterizzata da una più forte empatia umanitaria associata alla sua formazione tecnica e sanitaria. Ma anche una figura professionale capace non solo di infondere fiducia, sicurezza e speranza in chi è nella disperazione e nel dolore ma anche di affrontare e gestire gli effetti di situazioni stressanti su se stesso.

« maggio 2022 »
maggio
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031