Stazione Navale Palermo

StazioneNavalePalermo400x100

 

Pesca di frodo

Porto Empedocle, 13 gennaio 2017 - Sequestrati mille ricci di mare.
Pesca di frodo

ricci sequestrati

Nell'ambito di una specifica attività volta al contrasto della pesca di frodo perpetrata lungo il litorale agrigentino, lo scorso weekend i militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Porto Empedocle, in località San Leone, nel comune di Agrigento, hanno fermato e controllato un soggetto intento a caricare su un'autovettura circa 1.000 ricci di mare, pescati nelle acque antistanti, in violazione della normativa vigente che ne consente la raccolta a pescatori sportivi nel limite massimo di 50 esemplari giornalieri.

L'attività, che trae spunto anche da segnalazioni pervenute dalle Autorità locali, si è concretizzata al termine di appostamenti effettuati nel tempo ed ha confermato che, nonostante le pessime condizioni meteo marine, alcuni pescatori sportivi palermitani "in trasferta" continuavano a saccheggiare i fondali agrigentini, facendo razzia di ricci di mare da vendere successivamente ai ristoratori del capoluogo siciliano.

I militari operanti hanno sottoposto a sequestro il prodotto ittico che, ancora vivo, è stato rigettato in mare.

Alla parte, G.A., è stata comminata una sanzione amministrativa per un importo di €. 1.000.

Tali attività operative mirano a salvaguardare l'annoso fenomeno della indiscriminata raccolta degli echinodermi, che negli ultimi anni ha portato all'impoverimento della specie e al depauperamento dei fondali marini.

L'attenzione è diretta, inoltre, anche alla successiva commercializzazione e consumo di tali invertebrati, che vengono immessi nel mercato evadendo il fisco e sprovvisti delle certificazioni igienico-sanitarie di tracciabilità necessarie per la tutela del consumatore.

« maggio 2022 »
maggio
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031