Tu sei qui: Home Chi siamo Organizzazione Specializzazioni Comparto Aeronavale Servizio Navale Reparti Puglia Stazione Navale di Manovra Taranto Notizie La casa delle Fiamme Gialle “di mare” visitata dagli alunni

Stazione Navale di Manovra Taranto

StazioneNavaleManovraTaranto400x100

 

La casa delle Fiamme Gialle “di mare” visitata dagli alunni

Taranto, 9 e 16 marzo 2013 - Porte aperte a 66 alunni dell’Istituto scolastico del quartiere Paolo VI di Taranto nell'ambito del Progetto Legalità
La casa delle Fiamme Gialle “di mare” visitata dagli alunni

Una foto ricordo con gli studenti

La Sezione Operativa Navale ed il Gruppo Aeronavale di Taranto, nell’ambito del Progetto Legalità, realizzato dalla Guardia di Finanza e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca hanno aperto le porte a 66 alunni dell’Istituto Comprensivo “L. Pirandello”, del quartiere Paolo VI di Taranto. Il progetto ha come tema la legalità economica a tutela della sicurezza dei cittadini.

Nel corso delle visite, gli studenti sono entrati in contatto con il mondo della Guardia di Finanza “di mare”, che a Taranto, vista la strategicità della posizione del Capoluogo Ionico, ha un importantissimo avamposto.

In queste due giornate, i giovanissimi studenti, oltre ad assistere ad una dimostrazione reale delle unità navali “velocissime”, sono stati graditi ospiti a bordo del Pattugliatore P.03 “Denaro” (Unità Navale d’altura di 52 metri) e del Pattugliatore Veloce 6 “Barbarisi” (Unità Navale d’altura di 35 metri), entrambi impiegati in servizio di contrasto ai traffici illeciti via mare, anche all’estero, nell’ambito di specifici accordi internazionali stipulati dal nostro Paese.

Alle scolaresche, è stato illustrato come la componente Navale della Guardia di Finanza, a Taranto, possa contare su un dispositivo costiero, rappresentato dalla Sezione Operativa Navale, che si pone quale baluardo della legalità sul litorale della provincia ionica e della Basilicata, fino alla foce del fiume Sinni e su un dispositivo alturiero, rappresentato dal Gruppo Aeronavale, che con i propri Pattugliatori e Guardacoste si propone come punto di riferimento per la sicurezza nazionale nell’alto mare, con un raggio d’azione che copre tutto il Mediterraneo.

Inoltre, sono stati illustrati i numerosi risultati conseguiti dai due Reparti Navali, dall’inizio dell’anno, nell’ambito del contrasto al fenomeno dell’immigrazione clandestina e del contrabbando di stupefacenti e tabacchi lavorati esteri, nonché nel settore della tutela ambientale e del patrimonio faunistico marino, unitamente all’incisiva azione di contrasto alle attività economiche illecite che si sviluppano sul mare e sul litorale.

Accanto a ciò, si è ricordato, con gli studenti del “Pirandello”, il decisivo apporto offerto dai finanzieri “di mare”, anche mediante l’impiego della componente subacquea, in occasione delle attività di soccorso prestate alla popolazione di Ginosa Marina a seguito dell’alluvione del marzo 2011 e, da ultimo, nel corso delle operazioni di ricerca in mare successive al tornado che, lo scorso 28 novembre, ha investito i comuni di Taranto e Statte.

Gli incontri dell’Istituto “Pirandello” con la Sezione Operativa Navale e il Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto sono stati un’ottima occasione per avvicinare i giovanissimi al mondo della legalità.

« maggio 2022 »
maggio
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031