Tu sei qui: Home Chi siamo Organizzazione Specializzazioni Comparto Aeronavale Servizio Navale Reparti Puglia Stazione Navale Bari Notizie Vedette velocissime e bandiera navale

Stazione Navale Bari

StazioneNavaleBari400x100

 

Vedette velocissime e bandiera navale

Bari, 20 maggio 2022 - Consegnate due nuove vedette velocissime e la bandiera navale al pattugliatore veloce "PV10 Tenente Petrucci"
Vedette velocissime e bandiera navale

Consegna vedette

Nella mattina odierna, presso la caserma “Raffaele Vitiello”, sede della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Bari, alla presenza del Comandante Generale, Gen. C.A. Giuseppe Zafarana e delle massime autorità locali civili e militari, si è svolta la cerimonia di consegna di due vedette velocissime, la “V.8000” e la “V.1301”, al Reparto Operativo Aeronavale di Bari e della bandiera navale al Pattugliatore veloce P.V. 10 “Tenente Petrucci” del Gruppo Aeronavale di Taranto.

Il Pattugliatore, realizzato dal Cantiere navale Effebì Overmarine di Carrara - Avenza, sulla base di un innovativo progetto sviluppato in collaborazione con la Guardia di Finanza, è intitolato alla memoria del Tenente Franco Petrucci, vittima del terrorismo, ucciso il 9 settembre 1966, unitamente ad altri due finanzieri, nell’attentato dinamitardo di “Malga Sasso”, nel comune di Brennero (BZ).

Con la consegna della bandiera si suggella l’appartenenza del Pattugliatore “Petrucci” - modernissima unità navale che si caratterizza per le innovative dotazioni tecnico-nautiche e le spiccate capacità operative, tra cui su tutte, l’elevata tenuta al mare anche in condizioni meteo marine avverse, la ragguardevole velocità e la significativa autonomia che ne consente un impiego efficace nei teatri operativi delle acque nazionali ed internazionali - al naviglio militare italiano.

Il vessillo navale infatti, è il simbolo che da sempre contraddistingue e attesta, secondo quanto previsto dalle convenzioni internazionali, l’appartenenza della nave alla Nazione, divenendone l’emblema identitario.

La consegna al Corpo delle due vedette altamente performanti e all’avanguardia - l’intercettore della classe “V.8000” e il RHIB, un battello gonfiabile a chiglia rigida della classe “V.1300” - consentirà di incrementare l’efficacia dell’attività di interdizione e repressione dei traffici illeciti perpetrati dai sodalizi criminali a mezzo di potenti imbarcazioni, e consolidare il posizionamento istituzionale nell’attività di vigilanza e tutela delle frontiere marittime unionali e a difesa della sicurezza e degli interessi economico-finanziari dello Stato e dell’Unione Europea.

La nuova Vedetta velocissima della classe “V.8000” è un’imbarcazione realizzata in materiale composito di vetroresina e fibra di carbonio, costruita dalla società “EFFEBI S.p.a.”, leader mondiale nel settore delle imbarcazioni militari e professionali; l’unità navale,  che si caratterizza per la ragguardevole velocità massima, ottenuta grazie all’impiego di quattro motori entrofuoribordo alimentati a benzina e alla peculiare forma della carena che ne assicura l’operatività anche in condizioni di mare molto mosso, la capacità di evoluzione in spazi ristretti e di repentini cambi di rotta e velocità durante le fasi di inseguimento, è stata progettata per rispondere all’esigenza di contrastare i traffici illeciti perpetrati a mezzo di vettori velocissimi e garantire il mantenimento dell’ordine e sicurezza pubblica.

La vedetta velocissima della classe “V.1300”, realizzato dalla società “Zodiac MILPRO”, leader mondiale nello specifico settore, si distingue per la capacità di coniugare eccezionali capacità tecnico-nautiche, tra cui l’elevata velocità, grazie ai quattro potenti motori fuoribordo di cui è dotata, e si caratterizza per la versatilità d’impiego con allestimenti modulabili in relazione al profilo di missione operativa.

Le nuove piattaforme navali sono tutte dotate di moderne strumentazioni di navigazione, comunicazione e scoperta che esprimono lo stato dell’arte delle tecnologie di settore e ne assicurano la perfetta integrazione nella rete di comando e controllo C4i del Corpo.

L’acquisizione delle tre unità navali, che concorreranno a consolidare il ruolo riconosciuto alla Guardia di Finanza quale unica polizia del mare, si inserisce nell’ambito di un più ampio, strategico progetto di ammodernamento e potenziamento della flotta navale che consentirà al Corpo di disporre di una flotta navale di circa 400 imbarcazioni e assolvere, in maniera ancora più efficace, alle funzioni di polizia in mare e a quelle esclusive di polizia economico-finanziaria, strumentali al presidio dei circa 8000 km di costa della nostra penisola, alla vigilanza delle frontiere marittime dell’Unione Europea e al contrasto dei traffici illeciti.

« luglio 2022 »
luglio
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031