Tu sei qui: Home Chi siamo Organizzazione Specializzazioni Comparto Aeronavale Servizio Navale Reparti Emilia Romagna Stazione Navale Rimini Notizie Sequestrata area di cinquemila metri quadri e due capannoni con presenza di amianto in matrice friabile

Stazione Navale Rimini

StazioneNavaleRimini400x100

 

Sequestrata area di cinquemila metri quadri e due capannoni con presenza di amianto in matrice friabile

Bagnara di Romagna (RA), 20 ottobre 2016 - Posti sotto sequestro i locali di un ex allevamento per violazioni alla normativa ambientale
Sequestrata area di cinquemila metri quadri e due capannoni con presenza di amianto in matrice friabile

Finanzieri impegnati nelle operazioni di sequestro

Nell’ambito di specifici servizi in materia di polizia economico – finanziaria finalizzati alla verifica della gestione dei rifiuti speciali pericolosi da parte delle imprese produttrici e delle procedure di smaltimento in discarica dei rifiuti industriali, militari della Sezione Operativa Navale di Marina di Ravenna e della Compagnia di Faenza eseguivano congiuntamente un sopralluogo, in località Bagnara di Romagna (RA), su un sito di circa cinquemila metri quadrati, in precedenza adibito ad allevamento di bestiame ed oggetto di segnalazione da parte di un elicottero della Sezione Aerea di Rimini.

I finanzieri rilevavano la presenza nell’area di due capannoni con presumibile copertura in cemento – amianto (eternit) parzialmente crollata al suolo e visibilmente deteriorata nonché, all’interno e nelle immediate pertinenze del sito, di diverse tipologie di rifiuti speciali anche pericolosi in stato di abbandono, quali apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, imballaggi metallici, rifiuti inerti, rifiuti in legno, imballaggi in materiale plastico, bombole di gas esauste, materiali ferrosi e plastici e pneumatici.

L’intervento contestuale di personale tecnico dell’A.R.P.A.E. e della Sezione Igiene Pubblica dell’A.U.S.L. Emilia Romagna, che effettuava dei prelievi di campione di materiale, confermava in prima ipotesi la presenza di amianto in matrice friabile, potenzialmente dannoso per l’ambiente e la salute pubblica.

Per quanto sopra i finanzieri ponevano sotto sequestro l’intera area e denunciavano a piede libero alla locale Autorità Giudiziaria il rappresentante legale dell’azienda agricola proprietaria del sito, per violazioni al testo unico ambientale.

« maggio 2022 »
maggio
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031