Tu sei qui: Home Chi siamo Organizzazione Specializzazioni Comparto Aeronavale Servizio Navale Reparti Calabria Stazione Navale Vibo Valentia Notizie Fermo di un barcone con 80 migranti al largo delle coste calabresi ioniche

Stazione Navale Vibo Valentia

StazioneNavaleViboValentia400x100

 

Fermo di un barcone con 80 migranti al largo delle coste calabresi ioniche

Vibo Valentia, 25 luglio 2013 - Nuova operazione di contrasto all'immigrazione clandestina nell'ambito dell'operazione "Aeneas 2013"
Fermo di un barcone con 80 migranti al largo delle coste calabresi ioniche

Una ripresa aerea

Durante un pattugliamento aeromarittimo inserito nell’operazione “AENEAS 2013”, pianificata dall’Agenzia Europea per la gestione della cooperazione operativa alle frontiere esterne degli Stati membri dell’Unione Europea (FRONTEX), per contrastare i flussi migratori clandestini nel Mar Ionio diretti verso il litorale pugliese e calabrese, un aereo islandese, coordinato dal Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto, avvistava nella primissima mattinata del 24 luglio 2013, a circa 130 miglia nautiche al largo di Capo Spartivento, in navigazione, un grosso peschereccio che rimorchiava un barcone, diretto verso le coste ioniche calabresi.

Poiché tale manovra era alquanto sospetta la Guardia di Finanza inviava in zona due mezzi navali idonei alla navigazione in alto mare, tra cui un Guardacoste del Reparto Operativo Aeronavale di Vibo Valentia dislocato a Crotone ed un aereo, per monitorare i due mezzi intercettati.

Nel pomeriggio dello stesso giorno il Velivolo delle Fiamme Gialle accertava, tramite la telecamera di bordo, il trasbordo di migranti dal peschereccio al barcone affiancati; quest’ultimo veniva sganciato dalla “nave madre” e cominciava ad assumere rotta verso la costa italiana.

Il peschereccio si allontanava nelle acque internazionali facendo perdere le proprie tracce mentre le unità della Guardia di Finanza ed una vedetta della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria (quest’ultima già informata dell’evento e giunta sul posto) provvedevano, a circa 90 miglia nautiche al largo di Roccella Jonica (RC), a prestare assistenza e soccorso a circa un’ottantina di migranti che si trovavano a bordo del barcone (tra cui una ventina di donne ed una decina di minorenni).

Nella prima serata terminava il trasbordo in mare dei migranti condotti e scortati nel porto di Roccella Jonica dalla vedetta della Capitaneria e da un guardacoste della Guardia di Finanza. Il barcone veniva lasciato alla deriva poiché imbarcava acqua ed era in precario stato di galleggiabilità.

I migranti si trovavano in discrete condizioni di salute e non si segnalano casi particolari di emergenza sanitaria.

All’arrivo in porto, previsto alle due circa di oggi, si procederà alle prime cure dei migranti ed alle successive attività di identificazione da parte degli organi di polizia preposti.

È in corso l’attività investigativa per l’individuazione degli eventuali scafisti, verosimilmente nascosti tra le persone soccorse, sulla base anche degli elementi raccolti durante tutte le fasi dell’operazione.

I migranti saranno accompagnati presso il plesso scolastico “Carrera” messo a disposizione dal Comune di Roccella.

Guarda il video

« dicembre 2021 »
dicembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031