Tu sei qui: Home Chi siamo Organizzazione Compiti istituzionali Lotta alla contraffazione L’italian sounding

L’italian sounding

Il fenomeno, molto radicato all’estero, colpisce in particolare il settore agroalimentare, ove si ricorre sovente all’utilizzo di etichette, simboli, colori o figure sull’imballaggio che evocano l’italianità dei luoghi d’origine della materia prima, della ricetta, del marchio o del processo di trasformazione di prodotti fabbricati in realtà all’estero.

Non si tratta, evidentemente, di contraffazione, quanto piuttosto dell’indicazione, in etichetta, di elementi che richiamano, arbitrariamente, il valore e la qualità dei prodotti della filiera agroalimentare italiana, beneficiandone al momento dell’immissione in mercato.

Simili condotte, a prescindere dalla qualità intrinseca del prodotto “italian sounding” ingannano, anche al di fuori del territorio nazionale, milioni di consumatori e provocano altresì ingenti danni economici al vero “made in Italy” per miliardi di euro all’anno