Tu sei qui: Home Concorsi Informazioni Ispettori

 

Modalità di arruolamento degli Ispettori

Il reclutamento degli allievi marescialli avviene per il 70% mediante un concorso pubblico aperto ai cittadini italiani che, alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione, abbiano compiuto il 17° anno di età e non superato il 26°.

Per effetto delle disposizioni transitorie di cui al D.Lgs. n. 95/2017 tale percentuale è per l'anno 2018 pari al 50%, per gli anni 2019 e 2020 al 60% e per gli anni 2021 e 2022 al 65%.

Gli aspiranti devono possedere, o conseguire entro l’anno di indizione del concorso, un diploma di istruzione secondaria di secondo grado.

I vincitori del concorso frequentano un corso biennale presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti di L’Aquila, a seguito del quale, con il grado di Maresciallo, sono avviati alla frequenza di un ulteriore anno di studi di “qualificazione operativa”. Al termine del triennio didattico gli Ispettori conseguono la laurea in “Operatore giuridico d’impresa”, secondo il profilo economico finanziario attivato dall’Università degli Studi dell’Aquila.

Il personale del contingente di mare acquisisce altresì le previste specializzazioni presso la Scuola Nautica di Gaeta (LT).

L’alimentazione della categoria “Ispettori” avviene per il restante 30% mediante concorsi interni:

  • per soli titoli, riservato ai Brigadieri Capo in possesso di un diploma di istruzione secondaria che consenta l’iscrizione ai corsi universitari;
  • per titoli ed esami, riservato ai Sovrintendenti, agli Appuntati e ai Finanzieri, con almeno cinque anni di servizio nel Corpo, in possesso della laurea triennale in discipline economico-giuridiche.

Per effetto delle disposizioni transitorie di cui al D.Lgs. n. 95/2017:

  • la richiamata percentuale è pari per l'anno 2018 al 50%, per gli anni 2019 e 2020 al 40% e per gli anni 2021 e 2022 al 35%;
  • dall'anno 2018 al 2022 al concorso per titoli ed esami possono partecipare anche i militari in possesso di un diploma di istruzione secondaria che consenta l'iscrizione ai corsi universitari.

I vincitori del concorso frequentano un corso di formazione giuridico – professionale di durata non inferiore a sei mesi presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti di L’Aquila.