Tu sei qui: Home Concorsi Informazioni FAQ Come si entra in Guardia di Finanza?

 

Come si entra in Guardia di Finanza?

Il reclutamento di personale nel Corpo della Guardia di Finanza avviene esclusivamente previo superamento di pubblici concorsi, periodicamente pubblicati, per le tre categorie ufficiali, ispettori e finanzieri. Possono partecipare i cittadini italiani, anche se non appartenenti al territorio della Repubblica o se già alle armi, che godano dei diritti civili e politici, non siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione.

Per l’ammissione in Accademia di allievi ufficiali del ruolo “normale” e “aeronavale”, occorre avere un’età non inferiore a 17 anni e non superiore a 22 anni alla data indicata nel bando di concorso, e si deve essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado, conseguibile anche nell’anno in cui si prende parte al concorso (Decreto Legislativo 19 marzo 2001, n. 69).

Per l’accesso alla categoria Ufficiali del ruolo tecnico-logistico-amministrativo, si richiede, tra i requisiti essenziali, un’età non superiore ai 32 anni ed il possesso di un diploma di laurea ovvero di laurea specialistica o di laurea magistrale o titolo equipollente (con esclusione, quindi, delle lauree c.d. “triennali” o “di I livello”), in una delle discipline attinenti la specializzazione per la quale concorrono, come da elencazione di cui alla tabella B del “decreto ministeriale 29.10.2001” e successive modificazioni del Ministero dell'Economia e delle Finanze, relativo all'individuazione dei titoli di studio per la partecipazione ai concorsi per Ufficiali del Corpo della Guardia di Finanza.

Sono considerati validi i titoli di studio conseguiti all’estero, sempreché riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca equipollenti ad uno di quelli prescritti per la partecipazione al presente concorso. Allo scopo, alla domanda di partecipazione deve essere allegata la relativa attestazione di equipollenza ovvero dichiarazione sostitutiva ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Per partecipare al concorso per il reclutamento di allievi ispettori, si richiede un’età non inferiore a 18 anni e non superiore a 26 anni e l’aver conseguito il diploma di istruzione secondaria di secondo grado, conseguibile anche nell’anno in cui si prende parte al concorso (Decreto legislativo 12 maggio 1995, n. 199).

Infine, per poter partecipare al concorso per reclutamento di allievi finanzieri, è necessario, tra l’altro, avere un’età compresa fra i 18 e i 26 anni (il limite massimo di età è elevato di un periodo pari all’effettivo servizio militare prestato e, comunque, non superiore a 3 anni per coloro che alla data del 6 luglio 2017 svolgono o hanno svolto servizio militare volontario, di leva o di leva prolungato) e sia in possesso del diploma di istruzione secondaria che consenta l’iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario (se partecipi per i posti riservati ai volontari delle Forze armate è sufficiente il diploma di istruzione secondaria di primo grado).

A partire dall’anno 2016, il concorso è aperto anche a coloro che non hanno prestato servizio militare quale volontario in ferma prefissata in una Forze armata.

Il Decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95, ha, altresì, introdotto la possibilità per la Guardia di finanza di reclutare personale da destinare al contingente ordinario – specializzazione “Tecnico di Soccorso Alpino (S.A.G.F.)”. A tale procedura sono ammessi tutti i cittadini italiani a prescindere dalla pregressa esperienza in una Forza armata.

Superata la selezione, i vincitori saranno ammessi alla frequenza del corso di formazione di base, della durata di 10 mesi, presso la Scuola Alpina di Predazzo o la Scuola Allievi Finanzieri di Bari per il contingente ordinario e presso la Scuola Nautica di Gaeta per il contingente di mare. Per questi ultimi è previsto un ulteriore periodo addestrativo al fine di conseguire la relativa specializzazione.