Tu sei qui: Home Chi siamo Storia del Corpo I Comandanti in Seconda Guglielmo Farnè

Guglielmo Farnè

Comandante in Seconda dal 31 dicembre 1991 al 7 gennaio 1993
Guglielmo Farnè

Il 39° Comandante in Seconda della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Guglielmo Farnè, è nato a Roma il 7 gennaio 1929. E' stato nominato sottotenente il 28 settembre 1950 e promosso al grado di tenente dal 28 settembre 1952.

Biografia

Il 39° Comandante in Seconda della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Guglielmo Farnè, è nato a Roma il 7 gennaio 1929. E' stato nominato sottotenente il 28 settembre 1950 e promosso al grado di tenente dal 28 settembre 1952.

Da ufficiale subalterno ha comandato le tenenze di Gradisca, S. Fedele d'Intelvi, Pesaro ed è stato impiegato al comando di un plotone allievi finanzieri presso la Legione Allievi di Roma.
Promosso capitano dal 1° luglio 1960 è stato destinato al comando della Compagnia costiera di Ancona e, successivamente, della Sezione del Nucleo di Polizia Tributaria alla stessa sede.

Chiamato, una prima volta, al Comando Generale, Ufficio Operazioni, l' 8 luglio 1964, è stato assegnato, poi, all'Ufficio Legislazione, del quale ha successivamente tenuto la titolarità dal 1967 al 1971.

Conseguita la promozione al grado di Tenente Colonnello dal 1° luglio 1971, è stato assegnato al comando del Gruppo di Forlì che ha tenuto per due anni, prima di essere nuovamente trasferito al Comando Generale quale Capo Ufficio Operazioni, prima, e Capo del III Reparto, successivamente, incarico quest'ultimo, ricoperto anche nel grado di Colonnello, conseguito a scelta, in prima valutazione, sotto la data 31 dicembre 1976.

Sempre con il grado di Colonnello ha comandato il Nucleo Centrale di Polizia Tributaria e la Legione di Genova. Dal 16 febbraio 1981 al 27 gennaio 1987, nei gradi di Colonnello e di generale di Brigata, conseguito a scelta in prima valutazione il 31 dicembre 1981, e di Generale di Divisione, al quale è stato promosso sotto la data del 31 dicembre 1986, ha ricoperto la carica di Capo di Stato Maggiore del Comando Generale.

Dal 28 gennaio 1987 al 19 settembre 1989 ha assolto le funzioni di generale di Divisione Ispettore per l'Italia Nord - Occidentale. Dal 30 aprile 1990 ha assunto le funzioni di Generale di Divisione Ispettore per l'Italia Centrale unitamente all'incarico di Presidente della Commissione di Avanzamento Sottufficiali già ricoperto dal 20 settembre 1989.

Il Generale Farnè è decorato di medaglia d'oro al merito di lungo comando e di croce d'oro per anzianità di servizio, è insignito di medaglia Mauriziana ed è Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica Italiana.
E' laureato in giurisprudenza.