Tu sei qui: Home Chi siamo Storia del Corpo I Comandanti in Seconda Augusto De Laurentiis

Augusto De Laurentiis

Comandante in Seconda dal 31 dicembre 1979 al 31 dicembre 1981
Augusto De Laurentiis

Il 31° Comandante in Seconda della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Augusto de Laurentiis, è nato a Palermo il 25 novembre 1919.

Biografia

Il 31° Comandante in Seconda della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Augusto de Laurentiis, è nato a Palermo il 25 novembre 1919.

Dopo aver frequentato il 41° corso allievi ufficiali "Pal Piccolo", ha conseguito la nomina a sottotenente della Guardia di Finanza il 1° aprile 1940.

Ha partecipato alle operazioni di guerra svoltesi alla frontiera greco - albanese ed albanese - jugoslava al comando di un plotone del I Battaglione mobilitato della Guardia di Finanza.

Già partigiano combattente nelle formazioni clandestine della Capitale è stato successivamente paracadutato dietro le linee tedesche al seguito del Generale Cadorna ed ha quindi operato nelle file della resistenza milanese.
Arrestato nel febbraio 1945 dai servizi di controspionaggio germanico e rinchiuso in San Vittore, ha riacquistato la libertà nell'aprile successivo.

Ripreso il suo posto nei ranghi clandestini è stato latore dell'ordine emanato dal C.L.N.A.I. al Comando della Legione della Guardia di Finanza di Milano per l'inizio dell'insurrezione ed ha quindi attivamente partecipato alle azioni di guerra svoltesi in quei giorni.

Promosso capitano per merito di guerra, è stato assegnato a speciali reparti di Polizia Tributaria della Capitale, assolvendo incarichi a disposizione del Ministero della Difesa e dei Ministeri Industria, Commercio e Commercio Estero.

Dal 1950 al 1955 ha comandato la Guardia di Finanza italiana in Somalia.
Promosso maggiore a scelta speciale ha retto il comando dei Gruppi di Menaggio e Livorno.
Dal 1957 al 1960 ha frequentato l'82° Corso Superiore di Stato Maggiore della Scuola di Guerra di
Civitavecchia.
Promosso tenente colonnello, è stato trasferito al Comando Generale con l'incarico di capo dell'ufficio del Generale Addetto e, successivamente, ha comandato il Battaglione allievi sottufficiali presso la Scuola Sottufficiali del Lido di Ostia.

E' stato insegnante presso l'Accademia della Guardia di Finanza di materie concernenti vari servizi
del Corpo, nonché di arte militare, di storia militare e di lingua francese.
Dal 1963 al 1965 ha assolto le funzioni di Sottocapo di Stato Maggiore del Comando Generale.
Dal 1965 al 1970, nel grado di colonnello, ha comandato le Legioni di Como, Trento e Torino.
Dal 1970 al 1975 ha tenuto il comando della Zona Piemontese (VIII) e della Zona Ligure (I).
Dal 24 settembre 1976 al 31 dicembre 1979 ha retto l'Ispettorato della Guardia di Finanza per l'Italia Settentrionale in Milano.

Laureato in giurisprudenza, è insignito di promozione per merito di guerra, della Croce al Valor Militare e di tre Croci al merito di guerra.

Gli è stata riconosciuta la qualifica di "partigiano combattente".

Si fregia, inoltre, della medaglia di benemerenza per i volontari di guerra, del distintivo onorifico del periodo bellico 1940 - 1943 e di quello della guerra di liberazione della medaglia d'oro al merito di lungo comando e della croce d'oro al merito di servizio.

E' Grande Ufficiale dell'Ordine "al merito della Repubblica Italiana" ed è insignito dell'onorificenza "Mauriziana".
Ha conseguito il brevetto di pilota civile di aereo ed è autorizzato a fregiarsi del distintivo di paracadutista militare "dorato con stella".