Tu sei qui: Home Chi siamo Storia del Corpo I Comandanti in Seconda Angelo Dus

Angelo Dus

Comandante in Seconda dall'11 febbraio 1971 al 12 dicembre 1972
Angelo Dus

Il 24° Comandante in Seconda della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Angelo Dus, è nato a Trieste nel 1908 ed è stato nominato sottotenente nel 1931.

Biografia

Il 24° Comandante in Seconda della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Angelo Dus, è nato a Trieste nel 1908 ed è stato nominato sottotenente nel 1931.

Con tale grado comandò le tenenze di Carpanè, Idria e Venezia (Giudecca), ma si mise in luce soprattutto a Predazzo quale istruttore di sci e di rocce, addestramento quest'ultimo da lui realizzato per la prima volta nel Corpo.

Promosso capitano a scelta speciale, fu destinato alla compagnia di Pirano d'Istria e di qui mobilitato con il II battaglione.
In guerra si distinse al comando di una compagnia di arditi nell'azione di Dobrej e nello sblocco di Cettigne, ottenuto con una trentina di finanzieri ed un plotone di carri armati. per tali azioni ottenne una medaglia d'argento al valor militare "sul campo" ed una medaglia di bronzo al valor militare.

Rimpatriato, fu destinato a Pirano e successivamente a Trieste dove partecipò attivamente all'insurrezione della città del 30 giugno 1945.
Destinato alla Scuola Alpina quale istruttore di sci e di roccia, ricostituì i quadri istruttori dispersi dalla guerra.
Nel 1948 fu assegnato al comando di una compagnia allievi sottufficiali e successivamente della compagnia corsi vari presso la Scuola Sottufficiali.

Chiamato al Comando Generale, realizzò la Rivista della Guardia di Finanza, gli uffici stampa, statistica e meccanografica e un più razionale servizio informazioni.
Dopo un anno di permanenza al Nucleo centrale di polizia tributaria al comando di un gruppo di sezioni, in seguito alla promozione a scelta speciale a tenente colonnello fu trasferito al comando di un battaglione allievi sottufficiali e successivamente all'Accademia quale capo ufficio addestramento e studi, periodo questo in cui furono gettate le basi dell'attuale ordinamento di studi e nel quale partecipò alla stesura dell'attuale schema di regolamento di servizio.

Nel luglio del 1959 fu destinato al comando della Legione di Trento e successivamente al Centro Alti Studi Militari.
Dall'ottobre del 1961 al luglio del 1965 ha tenuto il comando della Legione di Roma; successivamente è stato comandante della Zona Medio Tirrenica (V), dell'Accademia e Ispettore per l'Italia centro- meridionale.

Il Generale Dus è laureato in scienze politiche ed in giurisprudenza, ha il titolo di avvocato ed è libero docente di scienza delle finanze e diritto finanziario e di diritto tributario, nonchè incaricato di diritto punitivo tributario presso l'Università di Roma.
Insegna diritto tributario anche presso la Scuola Centrale Tributaria, nei corsi presso l'Accademia ed in altri istituti superiori.

Tra i corsi più noti tenuti all'Accademia sono da ricordare "Le imposte dirette", "Le tasse e imposte indirette sugli affari" e "I monopoli di Stato" e, presso l'Università Cattolica "Pro Deo", il primo corso delle "Istituzioni di diritto punitivo tributario".
Ha pubblicato inoltre varie centinaia di articoli e monografie, tra cui "La teoria generale dell'illecito fiscale"
e il I volume delle "Imposte di fabbricazione".

Il Generale Dus è stato dal 1961 al 1965 a capo della Segreteria tecnica della Commissione parlamentare d'inchiesta sui limiti posti alla concorrenza nel campo economico.
Dal 1963 è stato addetto alla Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno della mafia in Sicilia, incarico che gli è stato confermato con la nuova legislatura.

E' componente della Commissione ministeriale per la riforma tributaria.
Membro di importanti associazioni culturali italiane e straniere, è Consigliere dell'International Bureau of Fiscal Documentation.
Il Generale Dus è pubblicista ed è ben noto per la collaborazione alla "Rivista" ed a "Il Finanziere", particolarmente per il suo commento al Regolamento di servizio che è servito di base all'insegnamento nelle varie scuole del Corpo.

Ha numerose onorificenze, tra cui è da ricordare il diploma di benemerenza della Pubblica Finanza con medaglia d'argento.