Tu sei qui: Home Chi siamo Storia del Corpo I Comandanti Generali Vincenzo Di Benedetto

Vincenzo Di Benedetto

Comandante Generale dal settembre 1927 al gennaio 1932
Vincenzo Di Benedetto

Il 7° Comandante Generale del Corpo, Generale C.A. Vincenzo DI BENEDETTO, iniziò la sua carriera nel 1882. Uscito dalla Scuola Militare di Modena, prestò servizio presso i Reggimenti di fanteria 2°, 40°, 11°, 7° e 25°, la Scuola Militare.

Decorato di tre Medaglie d'argento e della Croce di Guerra al valor militare, fu insignito della Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare di Savoia, della Croce d'oro con Corona Reale per anzianità di servizio, della Croce di Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro, della Croce di Grande Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia.

Biografia

Il 7° Comandante Generale del Corpo, Generale C.A. Vincenzo DI BENEDETTO, iniziò la sua carriera nel 1882. Uscito dalla Scuola Militare di Modena, prestò servizio presso i Reggimenti di fanteria 2°, 40°, 11°, 7° e 25°, la Scuola Militare.

Successivamente fu nel Regio Corpo Truppe Coloniali dell'Eritrea e, in Libia, al comando del VII Battaglione Indigeni. Rimpatriato, venne assegnato al 76° Reggimento fanteria col quale entrò nel primo conflitto mondiale in cui tenne poi il comando dell'85° Reggimento fanteria, della Brigata Taranto e della 61^ Divisione.

Terminate le operazioni belliche, fu comandante della Divisione Generale al Ministero della Guerra. Dal 2 novembre 1927 al 28 gennaio 1932 tenne il Comando della Regia Guardia di Finanza, dedicandosi ad un intenso lavoro per potenziarne le compagnie.

Infatti il Comando Generale subì modifiche strutturali con la creazione di vari uffici; fu riveduto il riparto territoriale e data applicazione al nuovo regolamento di servizio approvato nel novembre 1930.

Per i sottufficiali e graduati in congedo, infine, venne sanzionata la conservazione dei gradi anche in caso di richiamo nell'Esercito (ramo terra) nella Marina (ramo mare). Dopo il collocamento a riposo fu nominato Senatore.

Decorato di tre Medaglie d'argento e della Croce di Guerra al valor militare, fu insignito della Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare di Savoia, della Croce d'oro con Corona Reale per anzianità di servizio, della Croce di Ufficiale dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro, della Croce di Grande Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia.