Tu sei qui: Home Chi siamo Storia del Corpo I Comandanti Generali Nicola Chiari

Nicola Chiari

Comandante Generale dal luglio 1981 al dicembre 1984
Nicola Chiari

Il Generale di Corpo d'Armata Nicola Chiari, 26° Comandante Generale della Guardia di Finanza, è nato a Napoli il 23 luglio 1922.

E' insignito della Medaglia d'Oro di lunga navigazione aerea; della Medaglia di lungo servizio; della Medaglia di lungo comando e della Medaglia Mauriziana. E' Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Biografia

Il Generale di Corpo d'Armata Nicola Chiari, 26° Comandante Generale della Guardia di Finanza, è nato a Napoli il 23 luglio 1922.

Laureato in giurisprudenza, ha iniziato la sua carriera nel 1942, con il grado di Sottotenente di Fanteria, proveniente dall'Accademia Militare. Durante la seconda guerra mondiale, dopo l'8 settembre 1943, ha preso parte alle operazioni di guerra contro i tedeschi nelle isole del Mediterraneo (Sardegna) ed ha partecipato alla guerra di Liberazione, quale Comandante di plotone nel Gruppo di Combattimento "Cremona", meritando una Medaglia d'Argento al Valor Militare.

Ha concorso alle operazioni per la liberazione di Alfonsine (di cui è cittadino onorario), di Adria, ove entrò per primo, Padova e Venezia. E' insignito della Croce di Guerra al merito della guerra di Liberazione.

Ha frequentato, ottenendo sempre la massima classifica, numerosi Corsi: tra questi, i Corsi per Comandanti di unità corazzate in Italia e negli Stati Uniti, il Corso di Osservazione Aerea e quello per piloti osservatori, il Corso sul Governo del Personale, il Corso di Stato Maggiore, il Corso Superiore di Stato Maggiore, il Corso degli Stati Maggiori Interforze ed il Nato Defense College.

E' pilota di aereo leggero, di elicottero e paracadutista; è stato istruttore di volo. Nel corso della carriera militare ha comandato unità corazzate a tutti i livelli e reparti di volo dell'Esercito. Ha prestato servizio di Stato Maggiore presso il Comando della Divisione "Ariete", presso il X Comando Militare Territoriale, presso lo Stato Maggiore dell'Esercito e della Difesa ed è stato Capo Ufficio Trasporti dell'Esercito.

Da Generale di Brigata è stato Ispettore dell'Aviazione Leggera dell'Esercito. Da Generale di Divisione ha comandato la Divisione Corazzata "Ariete", con la quale è intervenuto in occasione del sisma del 1976 nelle zone disastrate della Destra Tagliamento, di Gemona, Osoppo (di cui è cittadino onorario), Trasaghis e Bordano.

E' stato nominato Generale di Corpo d'Armata il 1° febbraio 1978. E' stato Sottocapo di Stato Maggiore dell'Esercito dal gennaio 1977 all'aprile 1979; per oltre due anni è stato Comandante del 5° Corpo d'Armata (con sede in Vittorio Veneto), la maggiore delle Grandi Unità dell'Esercito Italiano. Dal 30 luglio 1981 al 30 dicembre 1984 è stato Comandante Generale della Guardia di Finanza.

E' insignito della Medaglia d'Oro di lunga navigazione aerea; della Medaglia di lungo servizio; della Medaglia di lungo comando e della Medaglia Mauriziana. E' Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana.