Tu sei qui: Home Chi siamo Storia del Corpo I Comandanti Generali Costantino Berlenghi

Costantino Berlenghi

Comandante Generale dal settembre 1991 al dicembre 1996
Costantino Berlenghi

Il Generale di Corpo d'Armata Costantino Berlenghi, 30° Comandante Generale della Guardia di Finanza, è nato a Fivizzano (Massa Carrara) il 1° maggio 1933.

Quale Ufficiale di Stato Maggiore ha prestato servizio presso Comandi di Grandi Unità a tutti i livelli, nonché presso lo Stato Maggiore dell'Esercito e lo Stato Maggiore della Difesa.

Biografia

Il Generale di Corpo d'Armata Costantino Berlenghi, 30° Comandante Generale della Guardia di Finanza, è nato a Fivizzano (Massa Carrara) il 1° maggio 1933.

Proviene dall'8° Corso dell'Accademia Militare di Modena, ove ha conseguito il grado di Sottotenente di Artiglieria nel 1953, ed ha frequentato la Scuola di Guerra di Civitavecchia.

Ha ricoperto, tra gli altri incarichi, quelli di Comandante del 5° Reggimento Artiglieria da campagna, della 32^ Brigata Corazzata della Divisione "Ariete" e della Divisione Corazzata "Centauro", Vice Comandante della
Regione Militare Nord-Est e Comandante delle Regioni Militari della Sardegna e Tosco-Emiliana.

Quale Ufficiale di Stato Maggiore ha prestato servizio presso Comandi di Grandi Unità a tutti i livelli, nonché presso lo Stato Maggiore dell'Esercito e lo Stato Maggiore della Difesa.

Infine, ha ricoperto la carica di Direttore Generale per gli Ufficiali dell'Esercito presso il Ministero della Difesa.
E' Generale di Corpo d'Armata dal 25 maggio 1986 e, dal 21 settembre 1991 è stato nominato Comandante Generale della Guardia di Finanza, carica che ha retto fino al 10 gennaio 1997.

E' Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Cavaliere del Sovrano Militare Ordine di Malta. E' insignito della Medaglia Mauriziana, della Medaglia d'Oro di lungo comando nonchè della Medaglia d'Oro al Merito della Croce Rossa Italiana.