Tu sei qui: Home Chi siamo Storia del Corpo I Comandanti Generali Achille Borghi

Achille Borghi

Comandante Generale dal l febbraio 1915 all'agosto 1918
Achille Borghi

Il 4° Comandante Generale del Corpo, Tenente Generale Achille BORGHI, fu nominato sottotenente nel 1876 ed assegnato al 4° reggimento bersaglieri, presso il quale rimase anche da tenente e da capitano.

Rimase poco nel Corpo perché allo scoppio del conflitto mondiale entrò a far parte delle truppe mobilitate del Regio Esercito, tenendo i comandi della brigata Lazio e delle divisioni 32^, 14^, 36^ ed ancora della 24^.


Biografia

Il 4° Comandante Generale del Corpo, Tenente Generale Achille BORGHI, fu nominato sottotenente nel 1876 ed assegnato al 4° reggimento bersaglieri, presso il quale rimase anche da tenente e da capitano.

Passato al 1° reggimento fanteria (cacciatori) del Corpo speciale d'Africa prestò servizio in terra africana dal 1887 al 1889 allorché fu rimpatriato ed assegnato al 10° reggimento bersaglieri. Le successive promozioni ai gradi di maggiore, tenente colonnello e colonnello lo portarono rispettivamente ai reggimenti di fanteria 37°, 78° e 82° col quale ultimo partì per la Libia per la campagna di guerra Italo-Turca.

Nel 1913 fu promosso maggior generale ed assunse il comando della brigata Valtellina che tenne fino al 1°febbraio 1915 quando venne nominato Comandante Generale della Regia Guardia di Finanza.

Rimase però poco nel Corpo perché allo scoppio del conflitto mondiale entrò a far parte delle truppe mobilitate del Regio Esercito, tenendo i comandi della brigata Lazio e delle divisioni 32^, 14^, 36^ ed ancora della 24^.

Assunse nuovamente il comando della Regia Guardia di Finanza il 1° marzo 1917 e lo tenne fino a che la morte lo colse, il 10 agosto dell'anno successivo, in piena attività di servizio.

Fu decorato di due Medaglie d'argento al valor militare durante la campagna di guerra Italo-Turca ed insignito della Croce al merito di guerra, della Medaglia a ricordo delle campagne d'Africa, della Medaglia commemorativa della guerra Italo-Turca, della Medaglia commemorativa della guerra 1915-1918, della Medaglia a ricordo dell'Unità d'Italia, della Medaglia interalleata della Vittoria, della Croce d'oro con Corona Reale per anzianità di servizio, della Croce d'ufficiale dei SS. Maurizio e Lazzaro e della Croce di Grand'ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia.