istituti istruzione1

 

Scuola Alpina

Caserma Predazzo150L’Istituto, con sede a Predazzo (TN), è la più antica Scuola Militare Alpina del mondo, istituita alla fine del 1920 come distaccamento dipendente dalla Legione di Trento al fine di addestrare le giovani reclute alle fatiche della montagna. La Scuola Alpina colmava così una lacuna sentita dal Corpo, che svolgeva all’epoca gran parte del suo servizio sull’arco alpino.

Non ultima ragione della scelta di Predazzo quale sede del nuovo Istituto, fu l’esistenza in loco di una caserma la cui costruzione, iniziata dagli austriaci per un battaglione di Kaiserjäger e lasciata incompiuta posteriormente alla occupazione italiana di cima Cauriol, venne poi ultimata dal Genio Militare e ceduta alla Regia Guardia di Finanza, dopo una breve occupazione dei bersaglieri.

Il 15 marzo 1921, fu offerto all’Istituto il gagliardetto di guerra e nel 1922 si decise di consolidare l’Istituto trasformandolo in "Scuola Alpina Regia Guardia di Finanza" e considerandolo uno speciale Battaglione della Legione Allievi.

Nell’inverno del 1921, il Gen. Giuseppe Ferrari, Ispettore del Corpo, istituì a Passo Rolle il primo corso di addestramento sciistico. Il primo istruttore fu il Ten. Ottavio Berard, Ufficiale degli Alpini.

Negli anni che precedettero il secondo conflitto mondiale, l’Istituto migliorò in ogni settore i traguardi addestrativi ed agonistici, ampliando la sua sfera d’azione sino ad un’attività agonistica delle specialità alpine di buon livello.

Dal 1920 ad oggi, sono stati svolti 103 corsi d’istruzione frequentati da oltre 45.000 finanzieri.

La Scuola Alpina, oltre a formare nuovi finanzieri da impiegare nel servizio d’istituto del Corpo, è l’organo tecnico preposto alla formazione ed all’aggiornamento dei militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, nonché sede del glorioso Gruppo Sciatori "Fiamme Gialle".

L’Attività addestrativa della Scuola è così articolata:

  • formazione: per i giovani neo arruolati nel Corpo, ovvero per quelli provenienti dai volontari in ferma prolungata nelle Forze Armate;
  • specializzazione, qualificazione, abilitazione:
    • Soccorso Alpino
      • corsi di specializzazione per: "Tecnico di Soccorso Alpino SAGF" e "Conduttore Cane SAGF";
      • corsi di abilitazione per "Tecnico di Elisoccorso".
    • Settore Addestrativo Alpestre
      • corsi di qualificazione per: "Istruttore di Soccorso Alpino SAGF", "Istruttore di Alpinismo", "Istruttore di sci", "Alpiere" e "Sciatore".

La fondazione del Gruppo Sciatori "Fiamme Gialle" nel 1925 segue, di pochi anni, la nascita della Scuola Alpina della Guardia di Finanza di Predazzo.

Fu il Ten. Ottavio Berard, ufficiale degli Alpini ed istruttore presso la Scuola, ad intuire che per competere in campo agonistico bisognava arruolare sciatori delle valli alpine ed appenniniche per addestrarli alla competizione sportiva.

L’intuizione del Ten. Berard cominciò presto a dare i suoi frutti con la partecipazione del primo rappresentante del Gruppo Sciatori "Fiamme Gialle", il Fin. Luciano Zampatti, alle seconde Olimpiadi Invernali del 1928 a Saint Moritz (SUI), nella gara di salto speciale e il conseguimento, nel 1930, dei primi titoli italiani assoluti di Francesco Dezulian nella gara di fondo km. 18 e di Ernesto Zardini nel salto.

Negli anni successivi, l’attività agonistica si contraddistingue per numerosi successi, sia in campo nazionale che internazionale, tra i quali spicca l’oro nella 30 km di fondo alle Olimpiadi del 1968 del Brig. Franco Nones.

Negli anni Settanta, i risultati più importanti arrivano dallo sci alpino con le grandi prestazioni della "valanga azzurra", composta dalle Fiamme Gialle, il Brig. Gustavo Thoeni (4 Coppe del Mondo e un oro olimpico) e l’App. Piero Gros (1 Coppa del Mondo e un oro olimpico).

I successi più recenti sono dovuti all’App. Sc. Kristian Ghedina, protagonista per più di un decennio nelle discese libere in Coppa del Mondo, al M.O. Giorgio Vanzetta, sue 4 medaglie olimpiche (1 oro ai giochi di Lillehammer NOR nel 1994, 1 argento e 2 bronzi ai Giochi di Albertville FRA nel 1992), ai biathleti App. Renè Cattarinussi e Fin. Gottlieb Taschler ed al Fin. Roberto Cecon nel salto.

Sono, invece, recentissime le medaglie conquistate nei Giochi di Salt Lake City dall’ App. Cristian Zorzi (1 argento e 1 bronzo) e dalla Fin. Isolde Kostner (1 argento).

Coppa Europa sci alpino: Laura Pirovano ancora sul podio, 2^ nella discesa-bis di Crans Montana. Laura Pirovano si conferma velocissima in Coppa Europa piazzandosi al secondo posto, dopo la vittoria di ieri, nella seconda discesa libera di Crans Montana (Svizzera) conquistando il suo sesto podio in carriera nel circuito continentale. La Pirovano è battuta solo dall'austriaca Sabrina Maier, che fissa il miglior tempo in 1'15"48, e precede la “Fiamma Gialla” trentina di soli 18 centesimi. Terzo posto per la norvegese Kristin Lysdahl, a 39 centesimi dalla vincitrice.

Dal 2001 quindi, con l’apertura delle Forze Armate alle donne, le Fiamme Gialle possono annoverare tra le proprie fila alcune tra le più importanti atlete del panorama sciistico italiano ed internazionale, tra le quali le Finn. Isolde Kostner, Denise Karbon e Lucia Recchia.

Dal 2006 il gruppo sciatori "Fiamme Gialle", pur conservando la propria sede a Predazzo, nel quadro della riorganizzazione dei reparti del Corpo, è inquadrato organicamente nel "Gruppo Sportivo del Corpo", di stanza in Castelporziano.

Il 3 marzo 1965 a Predazzo (TN), presso la Scuola Alpina della Guardia di Finanza, a testimonianza della tradizione alpestre del Corpo, viene istituito il Servizio di Soccorso Alpino della Guardia di Finanza denominato S.A.G.F.

Sorto principalmente al fine di presidiare la frontiera con servizi di anticontrabbando, polizia militare e ricognizione dei cippi confinari, il servizio, dal 1965 ad oggi, ha subito notevoli trasformazioni nell’organico e nei compiti in relazione al mutare delle esigenze operative ed è attualmente indirizzato, in via pressoché esclusiva, all’esecuzione di compiti di soccorso in montagna e di ricognizione e perlustrazione in frontiera, attività alle quali sono finalizzati sia l’addestramento del personale, sia la fornitura di equipaggiamento e materiali.

Nell’esecuzione dei compiti di soccorso in montagna il S.A.G.F. opera in stretta cooperazione con le Stazioni del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico del C.A.I.

Forte agli inizi di 11 Stazioni, il S.A.G.F. si è sviluppato negli anni sino a raggiungere l’attuale organico di 25 Stazioni, dislocate su tutto l’arco alpino ed eccezione di tre che sono ubicate a L’Aquila e Nicolosi e Cosenza. Ogni Stazione è costituita mediamente da 12 militari e due unità cinofile da ricerca in valanga e superficie.

Tutti i militari assegnati alle Stazioni S.A.G.F. vengono tratti dai corsi di specializzazione che, svolti annualmente alla sede di Passo Rolle, hanno una durata di circa otto mesi, al termine dei quali i frequentatori acquisiscono la specializzazione di "Tecnico di Soccorso Alpino".

Il Corpo dispone di propri istruttori, sia per quanto riguarda l’addestramento sciistico ed alpinistico sia per quanto riguarda l’addestramento delle unità cinofile.

Gli stessi istruttori vengono anche chiamati a prestare la loro opera in occasione dei corsi per unità cinofile del C.N.S.A.S. o per i corsi organizzati dal C.A.I. e I.C.A.R.