Guardia di Finanza

Sito web ufficiale della Guardia di Finanza



Ricerca Avanzata

Logo premio Euromediterraneo 2008

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilita'.

Vittime del Servizio

Chi può presentare l'istanza per il riconoscimento di «Vittima del Servizio»

  • i superstiti del militare deceduto:
    L'istanza può essere presentata dai familiari dei militari deceduti in attività di servizio per diretto effetto di ferite o lesioni causate da eventi di natura violenta riportate nell'adempimento del servizio, cioè nell'espletamento di un'attività connessa ai precipui compiti istituzionali, ovvero:
    • coniuge e figli se a carico all'epoca dell'evento, ivi compresi i figli maggiorenni;
    • figli anche non a carico all'epoca dell'evento in mancanza del coniuge superstite o se lo stesso non abbia diritto a pensione;
    • genitori;
    • fratelli e sorelle se conviventi a carico all'epoca dell'evento;
    • In assenza dei soggetti sopra indicati competono nell'ordine ai seguenti soggetti, in quanto unici superstiti: orfani, fratelli o sorelle, ascendenti in linea retta anche se non conviventi e non a carico, soggetti né parenti, né affini né legati da rapporti di coniugio che risultino conviventi a carico della persona deceduta negli ultimi 3 anni precedenti l'evento e conviventi more uxorio.

Procedura

  • presentazione dell'istanza:
    La domanda dovrà essere presentata dal beneficiario presso il Reparto ove risiede, che fornirà la necessaria assistenza, ovvero al Comando Provinciale della Guardia di Finanza per l'inoltro al Ministero dell'Interno.
  • a chi deve essere indirizzata:
    Ministero dell'Interno
    DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
    DIREZIONE CENTRALE PER GLI AFFARI GENERALI DELLA POLIZIA DI STATO
    Servizio Assistenza ed Attività Sociali
    Divisione I - Assistenza Vittime del Dovere
    Via del Castro Pretorio n. 5 - 00185 - ROMA

Esito della richiesta

  • Positivo:
    Il Ministero dell'interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza concede con decreto (corredato dei mandati di pagamento) i benefici previsti (Speciale elargizione).
    I decreti vengono trasmessi all'Ufficio Centrale del Bilancio presso il ministero dell'Interno per la registrazione.
    Conseguentemente tale Ufficio dispone l'accreditamento sul conto corrente bancario del richiedente, nel caso della speciale elargizione, e il pagamento da parte del Dipartimento Provinciale del Tesoro competente in relazione alla residenza dell'interessato, nel caso degli assegni;
  • Negativo:
    Il richiedente può presentare ricorso giurisdizionale al competente Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.), ai sensi del D.Lgs 2 luglio 2010, nr. 104, in alternativa, presentare ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, ai sensi del d.P.R. 24 novembre 1971, nr. 1199, nel termine, rispettivamente, di giorni 60 e 120 dalla data di comunicazione mediante notifica del decreto.